Profumo ambiente Food Yogurt e crema di riso

5,10114,40 iva inc.

Note olfattive: note di testa – note di cuore – note di fondo

Il profumo per ambienti yogurt e crema di riso, con le sue note dolci, ma allo stesso tempo acidule, donano all’ambiente una freschezza inconfondibile.
Mentre il gusto appaga il palato, il suo aroma soddisfa l’olfatto più esigente, specie in campo alimentare

NOTE DI TESTA: Cocco – Pesca
NOTE DI CUORE: Gelsomino – Rosa – Eliotropio
NOTE DI FONDO: Legno – Ambra – Vaniglia – Musk – Caramello

Effetto nell’ambiente

Adatto ad ambienti dove si ama coprire gli odori forti della cucina o in locali destinati alla ristorazione

Caratteristiche

Il profumo per ambienti Yogurt e crema di riso è un mix creato per  diversificare  dalle solite fragranze dolci, ma anche acidule.
L’ideale per un marketing olfattivo dove differenziarsi dai competitor è essenziale. Provala con il nostro erogatore di fragranze Nebula. potrai in seguito optare per un ordine più importante.

Disponiamo di una vasta gamma di diffusori per l’ambiente, compreso il nostro nuovissimo spray Nebula ad erogazione manuale, che funziona con la stessa tecnica di nebulizzazione dei nostri diffusori, una soluzione perfetta ed economica per chi vuole testare i nostri prodotti prima di acquistare un quantitativo maggiore di fragranza o una macchina erogatrice. Il formato Nebula è in alluminio, è ricaricabile e soprattutto ecologico. Con l’acquisto di una fragranza a tua scelta da 0,250 gr, riceverai in omaggio Nebula.  L’ideale per piccole quantità di prodotto.

 

Peso N/A
Dimensioni N/A

Come tutti i cosmetici anche le fragranze sono regolate da norme specifiche che ne garantiscono so la loro sicurezza. Il profumo è infatti un prodotto cosmetico come definito dal Regolamento (CE) n. 1223/2009 ed è quindi soggetto a tutta una serie di obblighi relativi al contenuto, all’imballo in cui viene posto in commercio, alla documentazione che deve essere disponibile alle Autorità sotto forma di Product Information File (PIF). Il Regolamento (CE) n. 1223/2009 inoltre prevede per la Persona Responsabile l’obbligo di dichiarare nella lista ingredienti 26 ingredienti delle composizioni profumanti se la loro concentrazione supera detereminati valori.

Altre garanzie sulla sicurezza del profumo derivano dal codice e dagli standard IFRA (International Fragrance Association), cui i profumieri aderenti devono conformarsi: ad esempio nel codice IFRA viene stabilita la massima quantità ammissbile in un cosmetico per un determinato componente). Un altro documento fondamentale per la sicurezza del profumo è la FSE (Fragrance Safety Evaluation), introdotta nel 1997 con la VI modifica alla direttiva 76/768. La FSE è lo strumento principale di cui dispone il valutatore della sicurezza per poter valutare il profilo tossicologico della fragranza stessa, costituisce quindi una parte essenziale del PIF.​